lunedì 6 luglio 2009

Volantinaggio a Napoli

Cari Lettori, ieri pomeriggio, fra una granita e l'altra a casa della mia fidanzata Alessandra, abbiamo fissato la prossima nostra iniziativa di lotta per la verità sul preoccupante problema delle scie chimiche.

Si tratterà di un volantinaggio da effettuarsi nella città di Napoli nei giorni 10 e 11 luglio. Il giorno 10 ci saranno tre gruppi che distribuiranno volantini nei pressi di alcuni snodi del sistema dei trasporti partenopeno: la stazione centrale a piazza Garibaldi, la stazione della metropolitana di Mergellina e la stazione Sepsa a Montesanto. Trattandosi di punti molto trafficati durante i giorni feriali, speriamo di intercettare il maggior numero possibile di persone e diffondere il più possibile il nostro messaggio. Il giorno successiva, sabato, i tre gruppi effettueranno il volantinaggio in alcune delle zone a più forte richiamo turistico e commerciale del capoluogo partenopeno: piazza del Plebiscito, la villa Comunale, via dei Mille.

Abbiamo deciso di distribuire circa 3000 volantini, che produrremo da soli stampandoli su fogli A4 e poi tagliando in due il foglio.

Per produrre questi volantini (di cui vedete un'anteprima sotto) abbiamo deciso di autofinanziarci con una colletta, cui ciascuno di noi ha contribuito con una modesta somma. Abbiamo infatti valutato che saranno sufficienti 4 o 5 cartucce della mia stampante (stamperemo a qualità bozza), più ovviamente le 3 risme di fogli.

Abbiamo anche deciso che, contestualmente alla distribuzione dei volantini, apriremo un sito web che funga da coordinamento per le iniziative e vetrina globale su di esse, verso il quale indirizzare la gente che prenderà in mano i nostri volantini. Ciò è reso possibile dalla disponibilità del nostro amico Francesco, grande esperto di informatica (si dice che sia un mezzo hacker, conosciuto in rete con il nicknames "FORMATCI") che si è offerto per la realizzazione del websit.

Se anche solo l'1% dei volantini riuscirà a catturare l'attenzione di qualcuno, vorrà dire che avremo altre 30 persone consapevoli del grave problema delle scie chimiche. Altre 30 persone che si uniranno la loro voce alla nostra, nella richiesta sempre più pressante di verità, chiarezza e giustizia. E le nostre voci non potranno restare inascoltate per sempre!

8 commenti:

  1. Alberto, quando vai a napoli ai un posto per me e Nicola che non abbiamo la macchina perchè non cammina più. Dividiamo la benzina e! :-)


    Ciao
    Vincenzo.

    RispondiElimina
  2. Che tristezza...

    RispondiElimina
  3. Albrogio, vedo con piacere che hai pubblicato l'altro mio commento.
    Già questo ti fa onore e ti differenzia da certi "selezionatori" di commenti.

    Vogliamo dunque parlare in tutta tranquillità?

    Cosa, esattamente, ti ha convinto dell'esistenza del presunto fenomeno delle "scie chimiche"?

    RispondiElimina
  4. Se vuoi la stampante, la carta e il toner ce li metto io.
    Però voglio anche scrivere il testo.

    RispondiElimina
  5. Strunz, schiattmuort, zompaperete, omm e sfaccimm, sucapesce, ricchione, pigl in cul, lota, sament, nun si manc a schiumma e mieza o pacc' rò cavall cà sagle a sagliuta e Muntesanto, Omm e Merda!!!

    Vieni, vieni a Napoli!!!!

    RispondiElimina
  6. Benissimo: vedo che hai pubblicato anche il mio secondo commento.
    Dunque: cosa, esattamente, ti ha convinto dell'esistenza del presunto fenomeno delle "scie chimiche"?

    RispondiElimina
  7. Albrogio tu a questi proprio non li devi considerare.
    TE NE DEVI ANDAaaaaaaaaaaaaaaaaaaAAAAAAAAAAAA'!!!

    Vincenzo

    RispondiElimina